Certificazione di non commestibilità di alimenti

RICHIEDERE UN CERTIFICATO DI NON COMMESTIBILITA’ DI PRODOTTI NON DI ORIGINE ANIMALE

L’Impresa alimentare può richiedere un certificato di non commestibilità di alimenti non di origine animale, quando questi non possono più essere destinata al consumo umano, ad esempio per interruzione della catena del freddo.

Tale prestazione è a pagamento e la richiesta deve essere fatta con il modulo allegato. 

RICHIEDERE UN CERTIFICATO DI NON COMMESTIBILITA’ DI PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE O DI ALIMENTI COMPOSTI CONTENENTI PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE

Dichiarare l’idoneità al consumo umano degli alimenti di origine animale è l’obiettivo del processo di lavoro del Servizio Veterinario di Igiene degli Alimenti di origine animale. Tutto ciò che non viene dichiarato idoneo è destinato alla distruzione o alla trasformazione del prodotto a scopi diversi dall’alimentazione umana. Questo materiale è identificato all’interno della documentazione veterinaria che attesta l’avvenuto controllo sanitario degli alimenti e delle Aziende che li producono. Pertanto non è frequente la richiesta da parte dell’utenza, in questo caso l’Operatore del Settore Alimentare, di una certificazione specifica di non commestibilità di prodotti di origine animale. Tuttavia ai fini di sostenere posizioni di rivalsa nei confronti di fornitori che hanno fornito alimenti non idonei al consumo, accade che l’acquirente, ovvero i titolare di un’impresa alimentare, richieda una specifica certificazione da parte del Veterinario Ufficiale. Trattandosi di   “ altre attestazioni, certificazioni o nulla osta richiesti dall’interessato e non comprese nella specifica attività di controllo ufficiale effettuato, sono soggetti a pagamento secondo il tempo impiegato per la redazione del/dei certificato/i”, così come indicato nella Delibera di Giunta della Regione Veneto n° 2714 del 29/12/2014 – Tariffario Unico Regionale delle prestazioni rese dai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende U.L.S.S. del Veneto. Pertanto l’interessato presenterà domanda del certificato al protocollo dell’Azienda U.L.S.S.. Verrà rilasciato il certificato a fronte del pagamento della tariffa prevista dalla Delibera sopra citata per tale certificazione e le eventuali spese di trasferta. Si allegano tariffario e indicazioni per il pagamento.

COSTO DELLA CERTIFICAZIONE SANITARIA DI NON COMMESTIBILITA’

La Delibera della Giunta Regionale n.2714 del 29 dicembre 2014, “Tariffario unico regionale delle prestazioni rese dai Dipartimenti di prevenzione delle Aziende Ulss del Veneto” prevede che il costo per l’utente di “Tutte le altre attestazioni, certificazioni o nulla osta richiesti dall’interessato e non comprese nella specifica attività di controllo ufficiale effettuato sono soggetti a pagamento secondo il tempo impiegato per la redazione del/dei certificato/i”, con un costo minimo di euro 25,00 e massimo di euro 75,00. Tutte le tariffe debbono intendersi  al netto del sopralluogo e della trasferta, salvo diversamente specificato. L’applicazione delle spese di trasferta per prestazioni fuori della sede di servizio è prevista in forma forfettaria, indipendentemente dalla distanza e la tariffa va imputata per intero a ciascuno degli utenti.

Spese di trasferta (per intervento) euro 20,00

Sopralluogo (tempo in loco con verbale):

Per ogni frazione di ora di 30 minuti euro 25,00

Massimo complessivo giornaliero per singolo sopralluogo euro 200,00.

Il versamento va effettuato:

  1. sul C/C n. 14922314 intestato a “U.L.S.S. 7 PIEVE DI SOLIGO  SERVIZIO TESORERIA” – causale: CERTIFICAZIONE RICHIESTA DALL’INTERESSATO SVIA;
  2. tramite bonifico a “UNICREDIT BANCA” Pieve di Soligo (TV) –CODICE IBAN:IT 49 Z 02008 61920 000016208865 se il bonifico viene fatto on-line (Home Banking) è necessario scrivere per esteso: UNITÀ LOCALE SOCIO SANITARIA N. 7 - causale: CERTIFICAZIONE RICHIESTA DALL’INTERESSATO SVIA