Prevenire le malattie croniche

Le malattie non trasmissibili sono un argomento di primo piano per la sanità mondiale: secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), a livello globale, 3 persone su 5 muoiono a causa di queste patologie, a cui sono imputabili circa 36 milioni di decessi ogni anno e, in Europa l’86% dei decessi e il 77% della perdita di anni di vita in buona salute sono provocati da patologie croniche (malattie cardiovascolari, tumori, diabete mellito, malattie respiratorie croniche,  problemi di salute mentale e disturbi muscolo scheletrici). (http://www.guadagnaresalute.it/programma/programmaContesto.asp)

Si tratta di un ampio gruppo di malattie, che comprende le cardiopatie, l'ictus, il cancro, il diabete e le malattie respiratorie croniche.

Solitamente sono malattie che hanno origine in età giovanile, ma che richiedono anche decenni prima di manifestarsi clinicamente. Dato il lungo decorso, richiedono un'assistenza a lungo termine, ma contemporaneamente presentano diverse opportunità di prevenzione.

Alla base delle principali malattie croniche ci sono fattori di rischio comuni e modificabili, come alimentazione poco sana, consumo di tabacco, abuso di alcol, mancanza di attività fisica. Questi comportamenti possono generare quelli che vengono definiti fattori di rischio intermedi, ovvero l'ipertensione, la glicemia elevata, l'eccesso di colesterolo e l'obesità. Ci sono poi fattori di rischio che non si possono modificare, come l'età o la predisposizione genetica. Nel loro insieme questi fattori di rischio sono responsabili della maggior parte dei decessi per malattie croniche in tutto il mondo e in entrambi i sessi.

Pertanto, i principali fattori di rischio dipendono dal singolo soggetto, ognuno di noi è responsabile di una buona parte del suo stato di salute attuale e futuro.

C'è quindi un'opportunità per tutti per mantenersi in salute, adottando stili di vita sani, ovvero:

Mangiare sano

Fare attività fisica

Smettere di fumare

Ridurre il consumo di alcol.