Ricoverarsi

Il medico di famiglia, il pediatra di libera scelta, lo specialista ospedaliero o extraospedaliero, possono proporre il ricovero di un paziente quando ritengono che non sia possibile gestire la patologia con le sole cure ambulatoriali.
In previsione di un ricovero per l'esecuzione di un intervento chirurgico programmato, la degenza può essere preceduta dal pre-ricovero che ha lo scopo di concentrare in uno o due accessi ambulatoriali, gratuiti, tutti gli esami e le visite necessarie prima dell’intervento, incluso il colloquio con l’anestesista. Ciò allo scopo di evitare prolungate degenze in ospedale.
Il giorno del ricovero ci si dovrà recare direttamente in reparto e rivolgersi al coordinatore infermieristico.
Il personale addetto provvederà all’accettazione, all’accoglienza e alla consegna dell’eventuale materiale informativo.
In caso di ricovero urgente l’accettazione viene effettuata presso il Pronto Soccorso. Sono necessari alcuni documenti da portare con se al momento del ricovero:
- per i cittadini italiani sono necessari:
    • un documento di riconoscimento
    • la tessera sanitaria
- per i cittadini della Comunità Europea oltre al documento è necessario presentare la tessera sanitaria europea.
- per i cittadini di Paesi extracomunitari sono necessari:
    • permesso di soggiorno
    • tessera sanitaria o polizza assicurativa
    • documento di riconoscimento.
È necessario portare sempre con sé tutta la propria documentazione sanitaria relativa ad esami, indagini ricoveri precedenti. Il medico potrà decidere di trattenere in esame alcuni documenti, che saranno restituiti al momento della dimissione
E' importante comunicare ai medici, al momento dell’arrivo in reparto, i nomi dei farmaci che si stanno assumendo e le terapie in corso.
Al momento della dimissione il medico preparerà e consegnerà al paziente una relazione clinica che rappresenta il documento di sintesi dell’intero percorso di cura sviluppato durante il ricovero (lettera di dimissione). Tale relazione è indirizzata al medico di medicina generale, viene consegnata al paziente e contiene una descrizione dello stato di salute attuale con le indicazioni per le cure da effettuare a domicilio e per gli eventuali controlli successivi.

 

I pazienti che presentano patologie per le quali sia necessario un percorso diagnostico o curativo, anche multidisciplinare e/o plurispecialistico, che necessitano di assistenza medica e infermieristica non ambulatoriale, ma per le quali non è necessaria l’ospedalizzazione prolungata, possono far ricorso al ricovero in regime di day hospital o day surgery.
Il ricovero in DH o DS è sempre prescritto dal medico specialista ospedaliero.
Nel giorno programmato ci si dovrà recare direttamente in reparto rivolgendosi al coordinatore infermieristico. Il personale addetto provvederà all’accettazione, all’accoglienza e alla consegna dell’eventuale materiale informativo.
Una volta terminato il DH o DS, verificato che le condizioni cliniche sono stabili, i medici dell’équipe provvederanno alla dimissione.
Al termine del ciclo di trattamento, verrà consegnata la relazione clinica di dimissione che riassume le informazioni relative a tutti gli accessi effettuati nel periodo considerato. Tale documento dovrà essere consegnato al medico di famiglia e riportato ai successivi controlli.