Ricorso avverso il giudizio del medico competente

Se il lavoratore, sottoposto a sorveglianza sanitaria da parte del medico competente aziendale, non è d'accordo con il giudizio  di idoneità espresso, ha il diritto, ai sensi dell'art. 41 comma 9 del D.Lgs. 81/08, di chiedere una verifica da parte del Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPISAL) della ULSS del territorio in cui è ubicata l'azienda, utilizzando il modello di richiesta predisposto e allegando copia del certificato rilasciato dal medico competente. Il collegio medico, istituito presso lo SPISAL, visita il lavoratore, richiede eventuali accertamenti medici o sopralluoghi conoscitivi sul posto di lavoro e alla fine esprime un giudizio di conferma, revoca o modifica rispetto al giudizio del medico competente. Non sono previste spese a carico del richiedente.

Il datore di lavoro può richiedere alla Commissione ULSS, istituita ai sensi dell'art. 5 Legge n. 300/70 Statuto dei Lavoratori, un giudizio di idoneità sul lavoratore sia che venga sottoposto a sorveglianza sanitaria sia in caso contrario. La prestazione è a pagamento  e la richiesta va indirizzata al Servizio di Medicina Legale del Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda ULSS 7 – Via Lubin n. 16 – 31053 Pieve di Soligo (TV).

 

SERVIZIO PREVENZIONE IGIENE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

Via Galvani, 4 (3° piano) -  31015 Conegliano (TV)

Tel. 0438-663955 -  fax 0438-663959

e-mail: spisal@ulss7.it