Disturbi dello spettro autistico

L'autismo è una sindrome comportamentale causata da un disordine biologicamente determinato dello sviluppo, con esordio nei primi tre anni di vita.
 
Si ipotizza che alla base di questa sindrome ci siano cause biologiche, ma la diagnosi resta fondamentalmente clinica, cioè basata sulla presenza di segni/sintomi quali: compromissione qualitativa dell'interazione sociale, compromissione qualitativa della comunicazione e da modalità di comportamento, interessi ed attività ristretti e ripetitivi.
 
Si configura come una disabilità permanente che accompagna il soggetto nel suo ciclo vitale, anche se con una espressività variabile nel tempo.
 
La classificazione internazionale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (ICD-10, 1992) include nella categoria dei Disturbi generalizzati dello sviluppo la diagnosi di Autismo infantile, assieme ad altre sindromi che presentano caratteristiche simili, come la Sindrome di Asperger o l'Autismo atipico. Classificazioni più recenti (DSM-5, 2014) raggruppano invece queste sindromi nell'unica categoria di Disturbi dello spettro autistico. Anche la prossima revisione della classificazione dell'OMS (ICD-11 di prossima pubblicazione) adotterà lo stesso orientamento.
 
Il Servizio Infanzia Adolescenza Famiglia ha recepito le linee d'indirizzo della Regione Veneto, attuando iniziative condivise anche con i Servizi dell'età adulta e con l'Associazione "La Nostra Famiglia".

Dal 2006, all'interno del Servizio esiste un gruppo di operatori formati, che si occupano della diagnosi e delle indicazioni d'intervento per minori con disturbi dello Spettro Autistico (ASD).

Il Servizio collabora con altre istituzioni ed enti ed associazioni che si occupano dell'autismo, quali:
Scuola, Associazione "La Nostra Famiglia",  "Oltre il Labirinto".