Integrazione scolastica alunni diversamente abili

Alunni diversamente abili possono usufruire delle agevolazioni previste dalla Legge 104 del 5 febbraio 1992 detta "Legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate".

Nei casi in cui la disabilità interferisca direttamente o indirettamente con l'apprendimento, la classe in cui l'alunno è inserito potrà avvalersi di personale supplementare (insegnante di sostegno) che consentirà maggiori attenzione e una didattica più efficiente.

Per tutti gli alunni diversamente abili, inoltre, la Scuola potrà attivare anche altre risorse, se disponibili, per interventi di aiuto e di supporto.

La Legge 104/92 garantisce inoltre altre forme di agevolazioni anche in ambito extrascolastico.

In base all'Accordo di Programma sottoscritto dagli Enti della Procincia di Treviso (tra cui Scuola e UU.LL.SS.SS.), la Scuola, in accordo e con il consenso della famiglia, può segnalare al Servizio per l'età evolutiva i nominativi degli alunni per i quali chiede accertamenti. Successivamente, in caso di riscontro positivo, il Servizio rilascerà alla famiglia la documentazione utile ad inoltrare comanda ad una apposita commissione (U.V.M.D., Unità Valutativa Multi Dimensionale), che rilascerà alla Famiglia la certificazione con la quale la Scuola potrà attivare le agevolazioni previste.

L'accesso al Servizio per alunni segnalati dalla Scuola ai sensi della L.104/92 non richiede impegnativa del medico e non è soggetto a pagamento del ticket.

Se la disabilità limita invece la sfera dell'autonomia, o se determina necessità di assistenza fisica, l'alunno potrà ricevere l'aiuto di personale addetto all'assistenza. In questo caso il Servizio per l'età evolutiva rilascerà direttamente la documentazione da consegnare alla Scuola, perché questa possa fare richiesta del personale suddetto.