Incidenti stradali

Gli incidenti stradali sono un problema di salute pubblica rilevante: secondo l’Oms nel mondo sono la nona causa di morte fra gli adulti, la prima fra i giovani di età compresa tra i 15 e i 19 anni e la seconda per i ragazzi dai 10 ai 14 e dai 20 ai 24 anni. Senza adeguate contromisure si stima che entro il 2020 rappresenteranno la terza causa globale di morte e disabilità. Il peso di questo problema non è distribuito in maniera uniforme ed è fonte di una crescente disuguaglianza tra i diversi Paesi, con svantaggi socioeconomici delle categorie di persone più a rischio.

In Italia nel 2013 gli incidenti stradali con lesioni a persone rilevati sono stati 181.227, causando 3.385 decessi e 257.421 feriti, con un bilancio giornaliero di 497 incidenti, 9 persone morte e 705 ferite e con una diminuzione rispetto al 2012 del numero di incidenti (-3,7%), di feriti (-3,5%) e di morti (-9,8%).

Fra il 2013 e il 2010 le vittime della strada sono diminuite del 17,7%, consolidando il trend discendente della mortalità già rilevato nella precedente decade: tra il 2001 e il 2013, gli incidenti stradali con lesioni a persone sono passati da 263.100 a 181.227 (-31,1%), i morti da 7.096 a 3.385 (-52,3%) e i feriti da 373.286 a 257.421 (-31,0%).

In Veneto nel 2013 si sono verificati 13.792 incidenti stradali che hanno causato il decesso di 299 persone e il ferimento di altre 18.979. Rispetto al 2012, si registra una diminuzione del numero di incidenti (-4%), di feriti (-5,1%) e di decessi (-20,5%) superiore a quella registrata nell’intero Paese. Gli incidenti avvenuti nel territorio regionale rappresentano il 7,6% del totale nazionale, i feriti il 7,4% e i deceduti l’ 8,8%.

 

Nella regione Veneto il 92,6% degli incidenti stradali sono imputabili al comportamento scorretto del conducente e del pedone nella circolazione, come descritto dal rapporto ISTAT “incidenti stradali in Veneto – anno 2013”. infatti le principali cause degli incidenti stradali sono:

- Distrazione

- Alta velocità

- Infrazione delle regole (mancata precedenza, violazione della segnaletica stradale, mancato rispetto della distanza di sicurezza)

- guida in stato di ebbrezza o sotto l'influenza di sostanze psicotrope

- guida facendo uso di dispositivi acustici (telefono cellulare, mp3);

 

Per ridurre i danni da incidenti è obbligatorio:

- utilizzare gli idonei sistemi di ritenuta (cinture di sicurezza e seggiolini)

- utilizzare i l casco (per chi guida ciclomotori)